Avvisi e segnalazioni

Carta Identità Elettronica

Presso il Comune di Cingoli, dal mese di agosto, a tutti i residenti o dimoranti che chiedono la carta d’identità (scaduta, smarrita o deteriorata), è rilasciata la nuova Carta d’Identità Elettronica (CIE) in luogo del vecchio documento cartaceo, precisando che la carta di identità cartacea in attuale possesso conserva la validità fino alla data di scadenza indicata nel retro.

Cosa è

La nuova Carta di identità elettronica è il documento personale che attesta l’identità del cittadino, realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito e dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare.
La foto in bianco e nero è stampata al laser, per garantire un’elevata resistenza alla contraffazione.
Sul retro della Carta, il Codice Fiscale è riportato anche come codice a barre.

A cosa serve

Oltre all’impiego ai fini dell’identificazione, la nuova Carta di identità elettronica può essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Tale identità, utilizzata assieme alla CIE, garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle PP.AA.

La richiesta al Comune

La Carta di identità elettronica può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora. La Carta è spedita direttamente al cittadino che la riceverà entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta, presso il Comune o presso un indirizzo da lui indicato.
Il documento può essere richiesto in qualsiasi momento e la sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza.

Nel dettaglio:

3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;

5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;

10 anni per i maggiorenni.

Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto.

È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione.

Prima di avviare la pratica di rilascio della Carta di identità elettronica bisognerà versare, direttamente allo sportello Anagrafe, la somma di €22,00, quale corrispettivo per il rilascio della CIE o di € 27,00 in caso di rilascio della CIE per smarrimento, furto, deterioramento. Bisognerà inoltre conservare il numero della ricevuta di pagamento.

Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minori è necessario che presenti anche dichiarazione di assenso all’espatrio sottoscritta dall’altro genitore o esercente la responsabilità genitoriale, ai sensi della legge n. 1185 del 1967. In alternativa è necessario fornire l’autorizzazione del giudice tutelare. L’assenso ovvero l’autorizzazione del giudice devono essere presentati anche nel caso in cui la richiesta di emissione del documento riguardi il minore.

Il cittadino, nel momento della domanda:

In caso di primo rilascio esibisce all’operatore Comunale un altro documento di identità in corso di validità. Se non ne è in possesso dovrà presentarsi al Comune accompagnato da due testimoni;

In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento consegna quest’ultimo all’operatore comunale;

Consegna all’operatore comunale il codice fiscale e provvede al pagamento presso lo stesso Sportello Anagrafe del costo della CIE;

Verifica con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;

Fornisce, se lo desidera, indirizzi di contatto per essere avvisato circa la spedizione del suo documento;

Indica la modalità di ritiro del documento desiderata (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);

Fornisce all’operatore comunale la fotografia;

Procede con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali;

Fornisce, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;

Firma il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale sui dati.

DOCUMENTI DA PORTARE PER IL RILASCIO

Nuova emissione / rinnovo:

carta identità precedente o altro documento di identità in corso di validità (es. patente, passaporto, patente nautica, libretto di pensione, porto d’armi, permesso di soggiorno elettronico);

una foto tessera a colori su sfondo bianco, dimensioni 35 – 45 mm, recente e con il capo scoperto, secondo le prescrizioni dettate dal Ministero dell’Interno (vedi caratteristiche foto al link: http://www.cartaidentita.interno.gov.it/modalita-acquisizione-foto/;

Tessera Sanitaria (Carta Nazionale dei Servizi) o codice fiscale;

€ 22,00 da versare in contanti

In caso di furto o smarrimento

portare la denuncia presentata all’autorità di Pubblica Sicurezza;

esibire un altro documento d’identità in corso di validità;

una foto tessera a colori su sfondo bianco, dimensioni 35 – 45 mm, recente e con il capo scoperto, secondo le prescrizioni dettate dal Ministero dell’Interno (vedi caratteristiche foto al link: http://www.cartaidentita.interno.gov.it/modalita-acquisizione-foto/;

Tessera Sanitaria (Carta Nazionale dei Servizi) o codice fiscale;

€ 27,00 da versare in contanti;

In caso di deterioramento della carta d’identità precedente

restituzione di ciò che resta del vecchio documento che consenta l’identificazione;

una foto tessera a colori su sfondo bianco, dimensioni 35 – 45 mm, recente e con il capo scoperto, secondo le prescrizioni dettate dal Ministero dell’Interno (vedi caratteristiche foto al link: http://www.cartaidentita.interno.gov.it/modalita-acquisizione-foto/;

Tessera Sanitaria (Carta Nazionale dei Servizi) o codice fiscale;

€ 27,00 da versare in contanti;

 

Normativa

Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773: TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBLICA SICUREZZA TULPS. Art.3.

LEGGE 16 giugno 1998, n. 191. Modifiche ed integrazioni alle leggi 15 marzo 1997, n. 59, e 15 maggio 1997, n. 127 nonché norme in materia di formazione del personale dipendente e di lavoro a distanza nelle pubbliche amministrazioni. Disposizioni in materia di edilizia scolastica. Art. 2 comma 4.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 ottobre 1999, n.437. Regolamento recante caratteristiche e modalità per il rilascio della Carta di identità elettronica e del documento di identità elettronico, a norma dell’articolo 2, comma 10, della legge 15 maggio 1997, n. 127, come modificato dall’articolo 2, comma 4, della legge 16 giugno 1998, n. 191. Art. 1.

DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82. Codice dell’amministrazione digitale. Art. 64, Art. 65.

DECRETO-LEGGE 31 gennaio 2005, n. 7. Disposizioni urgenti per l’università e la ricerca, per i beni e le attività culturali, per il completamento di grandi opere strategiche, per la mobilità dei pubblici dipendenti e per semplificare gli adempimenti relativi a imposte di bollo e tasse di concessione, nonché altre misure urgenti. Art. 7 vicies-ter, Art. 7 vicies-quater.

DECRETO-LEGGE 19 giugno 2015, n. 78. Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali. Disposizioni atte garantire la continuità dei dispositivi di sicurezza e di controllo del territorio. Razionalizzazione delle spese del servizio sanitario nazionale, nonché norme in materia di rifiuti e di emissioni industriali. Art. 10.

DECRETO 23 dicembre 2015. Modalità tecniche di emissione della Carta d’identità elettronica.

DECRETO 25 maggio 2016. Determinazione del corrispettivo a carico del richiedente la carta d’identità elettronica, ai sensi dell’art. 7-vicies quater del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43.

 

Servizio Carta d’Identità Elettronica – orari
Via Amici della Marca n. 2
Lunedì, Martedì, Mercoledì, Venerdì: dalle 10,00 alle 13,00
Lunedì e giovedì: dalle ore 15,30 alle ore 18,00
Sabato: a partire dal mese di settembre

Telefono: 0733 601940-41-42

Fax 0733 606119

Responsabile : Stella Sabbatini

Pec: demografici.cingoli@emarche.it

email: saia@comune.cingoli.mc.it

 

Avviso

Al momento della richiesta del nuovo documento sarà fatta una verifica sull’allineamento del codice fiscale del cittadino con l’Anagrafe Comunale e l’Indice Nazionale delle Anagrafi. In caso di mancato allineamento e impossibilità a procedere immediatamente, sarà comunicata successivamente al cittadino la risoluzione del problema ed assegnato un appuntamento.

N.B. Si segnala che la carta non verrà più rilasciata contestualmente alla richiesta, ma entro sei giorni lavorativi e che il servizio potrà subire rallentamenti o interruzioni.

 

 

Informazioni

Data di pubblicazione30/07/2018
UfficioServizi Demografici - Cimiteriali - Elettorali
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di Cingoli
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata