Meno interessi sul debito degli anni della “follia debitoria”, per far ripartire lo sviluppo

imagesCingoli, 18 dicembre 2014. La situazione economica del nostro Comune impone di spendere meno e meglio le risorse disponibili.

Una di queste spese fisse, ma che pesa come un macigno, è quella degli interessi sul debito che appartiene alle scelte delle Amministrazioni che hanno governato fino al 2008.

Il Comune di Cingoli ha stipulato 129 mutui.

Di questi l’ammontare complessivo del debito in linea capitale esistente è di € 11.322.000. La rata annuale da pagare ammonta al 31.12.2014 ad € 1.106.000 di cui € 554.797 per interessi ed € 551.654 per capitale.

Cinque dei 129 mutui sono stati contratti con la Banca delle Marche, tutti gli altri sono stati contratti con la Cassa Depositi e Prestiti.

Il tasso fisso varia tra il 5% e il 6% (solo 2 sono a tasso variabile del 2,45% ed uno al 2%).
E’ essenziale abbattere il costo degli interessi pagati dal Comune e semplificare anche il lavoro amministrativo, cercando di ristrutturare i mutui di cui sopra.

Il Comune sta cercando, pertanto, di accendere un unico nuovo mutuo a tassi molto più bassi approfittando delle manovre espansive della Banca centrale europea  (BCE) rivolte ad aumentare la liquidità’ del sistema finanziario con l’intento di favorire la ripresa del ciclo economico ed il ritorno a un tasso di inflazione del 2%.
L’obiettivo è quello di accendere, come detto, un unico mutuo a tasso variabile ( ipotesi di tasso tra il 2 ed il 3% ) per una durata di 20 anni con la previsione della possibilità’ di una sua trasformazione in mutuo a tasso fisso.

La difficoltà’ più’ grande su questa operazione di ingegneria finanziaria e’ rappresentata dalla penale che la Cassa Depositi e Prestiti applica in occasione della estinzione dei mutui esistenti.

 

Ma la strada tracciata che impone di alleggerire il peso della spesa pubblica per interessi per aumentare quella per gli investimenti non appare un fine trascurabile.

Contenuto inserito il 18/12/2014
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità