Donazione organi: a breve sarà possibile esprimere il proprio consenso sulla carta d’identità

La Giunta Comunale di Cingoli con Delibera n. 30 del 27 febbraio 2015 ha aderito al Progetto promosso dall’Assessorato alla Salute della Regione Marche, “La donazione organi come tratto identitario – Una scelta in Comune” che in fase di sperimentazione ha coinvolto i Comuni di Ancona, Ascoli Piceno, Chiaravalle, Fabriano, Fermo, Pedaso, Porto Sant’Elpidio, San Benedetto del Tronto e Senigallia.

Il Progetto è d’intesa con ANCI Marche, Federsanità, Aido Marche, il Centro Regionale Trapianti e il Centro Nazionale Trapianti e ha l’obiettivo di favorire l’aumento della donazione degli organi permettendo al cittadino di esprimere la dichiarazione di volontà o di diniego a donare contestualmente al rilascio della carta d’identità. In pratica sarà l’Ufficiale di Anagrafe al momento del rilascio o del rinnovo della carta d’identità ad informare il cittadino sulla possibilità di inserire nel Sistema Informativo Trapianti il consenso alla donazione. A tutela della privacy il documento rilasciato non riporterà la volontà del cittadino.

Aderire al progetto è importante per permettere di curare alcune gravi malattie che colpiscono organi o tessuti del corpo umano e che non sono curabili in altro modo e pertanto, è stata una scelta condivisa dagli schieramenti politici, da molti cittadini e da alcune Associazioni operanti nel territorio comunale.

L’Amministrazione Comunale informerà la cittadinanza sui tempi di realizzazione del progetto.

 

Contenuto inserito il 03/03/2015
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità