Successo per l’Educational Tour dedicato alla stampa nazionale ed estera

ANCONA – Si è concluso con grande soddisfazione sia degli organizzatori che dei giornalisti ospiti l’Educational Tour, il viaggio alla riscoperta di Lorenzo Lotto e della terra marchigiana, promosso dagli Assessorati alla Cultura e al Turismo della Regione Marche, delle Province di Ancona e Macerata, oltre che dai sette Comuni direttamente coinvolti in quanto sedi di opere lottesche: Ancona, Cingoli, Jesi, Loreto, Mogliano, Monte San Giusto e Recanati. Entusiasta anche Antonio Perticarini, presidente dell’associazione Spazio Cultura e organizzatore dell’evento, oltre che del convegno su Lotto che si terrà ad aprile, insieme alla direttrice della Pinacoteca di Jesi Loretta Mozzoni. Siamo giunti al termine di questo tour nelle Marche. Come è andata questa esperienza? “Credo molto bene. Mi è sembrato di percepire un buon gradimento da parte dei giornalisti che hanno partecipato. C’è stato molto interesse anche da parte delle agenzie di stampa straniere e da parte degli operatori marchigiani che si sono resi disponibili per l’iniziativa”. Ci riferisce in anteprima qualche commento dei giornalisti? “Beh, hanno notato come questa sia la prima vera offerta turistica legata al mondo dell’arte che prende vita dalle Marche, al di là delle mostre che durano un periodo di tempo determinato. Poi è piaciuto il connubio territorio-ambiente-cibo. Insomma, in molti hanno ammesso che non pensavano che le Marche fossero così belle”. Ora che tipo di seguito si aspetta? “Buono, sicuramente non da subito, visto che i giornalisti inizieranno a scrivere da gennaio. Ma dall’anno nuovo saremo pronti per ospitare i turisti” A che genere di clientela vi rivolgete? “Medio-alta. Anche estera”. Per lei l’arte è da sempre una grande passione? “Sì, assolutamente. Negli ultimi anni si è trasformata in un progetto di lavoro serio legato al turismo marchigiano”. Eppure Lorenzo Lotto non è oggi tra i pittori più noti d’Italia. Perché? “Non certo perché non lo meriti. Ha tutte le carte in regola per essere considerato un pilastro della pittura italiana. Purtroppo è stato scoperto soltanto alla fine dell’Ottocento e non è mai stato sufficientemente valorizzato”. Dunque l’appuntamento è per gennaio con i turisti e per aprile con il Convegno… “Sì. Siamo molto soddisfatti che abbiano aderito i più importanti storici e critici d’arte italiani ed anche i maggiori Musei d’Europa, fra cui il Louvre. Inoltre strada facendo sono sempre di più gli enti marchigiani che scelgono di sostenere questa iniziativa”.

Contenuto inserito il 02/11/2006

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio del Turismo Comune di Cingoli

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità